Servizi per l'Utenza


Richiedere fotocopie
Informazioni

Gli atti giudiziari sono, per loro natura, strettamente riservati. Possono prenderne visione, ed eventualmente farne copia, gli interessati e i loro difensori, o soggetti altrimenti legittimati.

Gli avvocati possono consultare i fascicoli, previa verifica del mandato difensivo, in orario di apertura al pubblico e, nei giorni di udienza, prima del suo inizio. Possono richiedere fotocopie utilizzando l’apposito modulo. Il pagamento si effettua attraverso marche per diritti di cancelleria, che devono essere consegnate in cancelleria per un importo pari ai diritti di copia dovuti.
I diritti di copia sono stabiliti dal D.P.R. 20 maggio 2002, n. 115, “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia”, artt. 267-269 e tabelle allegate n. 6, 7 e 8. L’art. 270 stabilisce che per le copie urgenti, da rilasciarsi entro due giorni dalla richiesta, il diritto di copia è triplicato.
I diritti di copia vengono adeguati ogni tre anni, come previsto dall’art. 274 del D.P.R. 115/2002, in relazione alla variazione dell’indice dei prezzi al consumo accertata dall’Istat. Al fine di incentivare l’uso dei supporti elettronici al posto della carta, una nuova normativa (Decreto legge 29 dicembre 2009, n. 193, “Interventi urgenti in materia di funzionalità del sistema giudiziario”, art. 4 comma 5, convertito con modificazioni dalla Legge 22 febbraio 2010, n. 24) ha aumentato del 50 per cento i diritti per le fotocopie in formato cartaceo, lasciando invariati gli importi nel caso si richiedano copie in formato elettronico. 
 
D.M. 7 maggio 2015 - Adeguamento degli importi dei diritti di copia e di certificato
Sulla Gazzetta Ufficiale  n. 149 del 30/06/2015   è pubblicato il decreto in oggetto  che reca aumento degli importi dei diritti di copia e di certificato  in relazione alla variazione, accertata dall’ISTAT, dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie verificatasi nel triennio precedente.
Tali  aumenti entreranno in vigore  a partire dal 15/07/2015.
L’importo previsto per il diritto di certificato  passerà dagli attuali euro 3,68   a euro 3,84.
La tabella dei diritti di copia,  le schede ed i moduli  contenuti nel sito sono stati aggiornati con i  nuovi importi.

Nell'aggiornamento dei diritti di copia,  nel caso  in cui il risultato dell'aumento  recasse tre  decimali,  si è provveduto ad arrotondare il risultato finale a  due decimali, tenendo presente il valore del terzo decimale: nel  caso di terzo decimale   inferiore a 5,  l'arrotondamento è stato operato  per difetto; nel caso di terzo decimale  superiore a 5,  per eccesso. 

Servizi per l'utenza